giovedì 19 luglio 2018

Il nuovo (Romano Guardini)

Non dobbiamo irrigidirci contro il nuovo, tentando di conservare un bel mondo condannato a sparire. E neppure cercare di costruire in disparte, mediante una fantasiosa forza creatrice, un mondo nuovo che si vorrebbe porre al riparo dai danni dell’evoluzione. A noi è imposto il compito di dare una forma a questa evoluzione, e possiamo assolvere tale compito soltanto aderendovi onestamente; ma rimanendo tuttavia sensibili, con cuore incorruttibile, a tutto ciò che di distruttivo e di non umano è in esso. 
                                                                                     Romano Guardini (1885-1968)

mercoledì 18 luglio 2018

Il pericolo maggiore


Il pericolo maggiore che possa temere l'umanità 
non è una catastrofe che venga dal di fuori, 
non è né la fame né la peste, 
è invece quella malattia spirituale, la più terribile, 
perché il più direttamente umano dei flagelli, 
che è la perdita del gusto di vivere.
                             Pierre Teilhard De Chardin

domenica 15 luglio 2018

Lo studio e la ricerca...





Lo studio e la ricerca della verità e della bellezza rappresentano una sfera di attività in cui è permesso di rimanere bambini per tutta la vita.
             Albert Einstein

sabato 14 luglio 2018

Autorealizzazione

Il bene è l’autorealizzazione dell’uomo, 
corrispondente alla verità della sua natura.
                                           Romano Guardini

venerdì 13 luglio 2018

La strada per Dio

Molti eremiti abitavano nei dintorni della sorgente. Ognuno di loro si era costruito la propria capanna e passava le giornate in profondo silenzio, meditando e pregando. Ognuno, raccolto in se stesso, invocava la presenza di Dio.
Dio avrebbe voluto andare a trovarli, ma non riusciva a trovare la strada. Tutto quello che vedeva erano puntini lontani tra loro nella vastità del deserto. Poi, un giorno, per una improvvisa necessità, uno degli eremiti si recò da un altro. Sul terreno rimase una piccola traccia di quel cammino. Poco tempo dopo, l'altro eremita ricambiò la visita e quella traccia si fece più profonda. Anche gli altri eremiti incominciarono a scambiarsi visite.
La cosa accadde sempre più frequentemente. Finché, un giorno, Dio, sempre invocato dai buoni eremiti, si affacciò dall'alto e vide che vi era una ragnatela di sentieri che univano tra di loro le capanne degli eremiti. Tutto felice, Dio disse: "Adesso si! Adesso ho la strada per andarli a trovare".
              Bruno Ferrero

giovedì 12 luglio 2018

Se si deve giocare




Se si deve giocare, bisogna decidere tre cose in partenza: 
le regole del gioco, la posta in gioco, e la durata.

Proverbio cinese

mercoledì 11 luglio 2018

Nelle azzurre sere d'estate (Rimbaud)


Nelle azzurre sere d’estate, me ne andrò per i sentieri,

graffiato dagli steli, sfiorando l’erba nuova:
trasognato, ne sentirò la frescura sotto i piedi,
e lascerò che il vento mi bagni la testa nuda.
Non parlerò, non penserò a niente:
Ma l’amore infinito mi salirà nell’anima,
E andrò lontano, molto lontano, come uno zingaro.
Arthur Rimbaud

martedì 10 luglio 2018

Dobbiamo avere il coraggio... (Etty Illesum)

Dobbiamo avere il coraggio di abbandonare tutto, ogni norma e appiglio convenzionale, 
dobbiamo osare il gran salto nel cosmo, e allora, 
allora sì che la vita diventa infinitamente ricca e abbondante, 
anche nei suoi più profondi dolori.
                                           Etty Illesum (1914-1943)

lunedì 9 luglio 2018

Era un uomo stimato

Un amico polacco mi ha raccontato questa triste storia: 


Mio padre era veramente stimato sia per le sue competenze come ingegnere, sia per la sua rettitudine. Ma quando è uscito dal partito la sua vita è diventata impossibile. Impedimenti e ostacoli da ogni versante. Lui si è esaurito e, persa ogni speranza, ha scelto purtroppo il suicidio. 
Mia madre e noi tre figli siamo rimasti profondamente addolorati per quello che una società apparentemente carica di idealità possa fare. 
Ora le cose sono cambiate, ma in noi è rimasta una ferita profonda che cerchiamo di sanare educando i figli a essere costruttori di società che rispettino l’uomo. 

domenica 8 luglio 2018

Gli ingredienti dell'amicizia

L’amicizia ha due ingredienti principali: 
il primo è la scoperta di ciò che ci rende simili. 
E il secondo è il rispetto di ciò che ci fa diversi.
                                   Peanuts (Charles Schulz)