venerdì 7 ottobre 2011

SII IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO

Dominik dalla Slovacchia, lasciandomi recentemente il suo commento, mi ha regalato una massima del Mahatma Gandhi:  

SII IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO

Il dono ora lo trasmetto a voi, amici lettori, con tanta gratitudine.
Qualcuno mi ha fatto notare che le vostre visite al blog stanno raggiungendo il numero di 40.000.
Per me è una bella responsabilità e un incoraggiamento.
Grazie!  
Tanino

Foto mia: Autunno

7 commenti:

genio femminile ha detto...

In questa strada preferiamo dare la precedenza agli altri...ma se altri ci seguono...dobbiamo deciderci!

Anna (da Nicodemo) ha detto...

Bellissima questa frase e ... potrebbe anche succedere che il mondo veda in te quello che vorrebbe essere ... ed è la speranza che ogni bene è possibile: basta metterci un pezzettino di sè.

Anonimo ha detto...

Caro Tanino, grazie per queste perle di saggezza che scegli. Vedo che c'è un giro di gente che pensa e vede come te e ti manda quello che in qualche modo appartiene al tuo essere.
Conosco la spiritualità disegnata dal santo genio che è Chiara Lubich. Ma vedo che tu riesci a sminuzzare, a rendere molto vicino ciò che lei ha detto e fatto e indicato.
Grazie, Tanino, penso che lei dal Paradiso guidi i tuoi passi, le tue parole.
Come e dove trovo le tue pubblicazioni?
Con stima, Gianni

Anonimo ha detto...

CAro Tanino, ti regalo questa poesia. Anche tu converrai (forse) che è splendida. Amo Ada Negri che è mia concittadina. Ho studiato, guardando dalle finestre del mio istituto, verso il giardino incantato dove sono nate le prime sue poesie. Di lei ho scritto un articolo che trovi in web sul portale.
http://www.cittanuova.it/risultatiricerca.php?testoricerca=gatti+annamaria+ada+negri&v=Cerca&MM_ricerca=ricerca
Questa la poesia scritta nella maturità.
Atto d'amore
Non seppi dirti quant'io t'amo, Dio
nel quale credo, Dio che sei la vita
vivente, e quella già vissuta e quella
ch'è da viver più oltre: oltre i confini
dei mondi, e dove non esiste il tempo.
Non seppi; - ma a Te nulla occulto resta
di ciò che tace nel profondo. Ogni atto
di vita, in me, fu amore. Ed io credetti
fosse per l'uomo, o l'opera, o la patria
terrena, o i nati dal mio saldo ceppo,
o i fior, le piante, i frutti che dal sole
hanno sostanza, nutrimento e luce;
ma fu amore di Te, che in ogni cosa
e creatura sei presente. Ed ora
che ad uno ad uno caddero al mio fianco
i compagni di strada, e più sommesse
si fan le voci della terra, il tuo
volto rifulge di splendor più forte,
e la tua voce è cantico di gloria.
Or - Dio che sempre amai - t'amo sapendo
d'amarti; e l'ineffabile certezza
che tutto fu giustizia, anche il dolore,
tutto fu bene, anche il mio male, tutto
per me Tu fosti e sei, mi fa tremante
d'una gioia più grande della morte.
Resta con me, poi che la sera scende
sulla mia casa con misericordia
d'ombre e di stelle. Ch'io ti porga, al desco
umile, il poco pane e l'acqua pura
della mia povertà. Resta Tu solo
accanto a me tua serva; e, nel silenzio
degli esseri, il mio cuore oda Te solo.
Ada Negri

Tanino Minuta ha detto...

Ringrazio Annamaria, Gianni, Anna e Genio femminile;
Ciascuno di voi costruisce il blog.
Per Gianni: scrivimi privatamente e ti mando qualcosa.
In Google comunque trovi sotto Tanino oppure Gaetano Minuta le pubblicazioni. Auguri!
Tanino

matricola3957 ha detto...

Lascio qui il mio grazie a te! Per essere passato a salutarmi nel mio blogghettino piccinopicciò..che è un posto di svago e senza pretesa alcuna. Ma soprattutto per permettermi di leggere le cose belle e grandi che posti, che leggo a piccole dosi, xkè sennò nel mio cuore nn scendono tutte come meritano.
Grazie Tanino.. :o)

Attilino ha detto...

Sento il cambiamento nel mondo

Questo è un dono

Mi hai regalato oh Dio tanto
e quello che voglio vedere nel mondo
...così siamo fatti, nel vedere all'interno di noi quello che da forza al superficiale e si erge sempre in un anima.


Attila